Premi & CSR
15410
page-template-default,page,page-id-15410,bridge-core-1.0.5,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-18.1,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.2,vc_responsive
 

Premi & CSR

Riconoscimenti al nostro lavoro e al nostro impegno sociale
Da oltre 10 anni sosteniamo realtà del mondo no profit e iniziative umanitarie portando in dote la nostra esperienza professionale per promuovere lo sviluppo di comunità svantaggiate e la diffusione dei valori etici in cui ci rispecchiamo.
Abbiamo seguito numerosi progetti che si sono guadagnati riconoscimenti dalle principali istituzioni mondiali e comunitarie.

YOUTH ACTION FOR CHANGE

Dal 2007 al 2012 siamo stati support partner di Youth Action for Change, un’organizzazione no-profit nata nel 2005 interamente gestita da giovani, la prima a livello globale ad offrire formazione gratuita per giovani attraverso l’uso delle nuove tecnologie. Con programmi usufruiti da giovani in 130 Paesi ha fornito supporto e sviluppato programmi di empowerment in collaborazione con Onu, Oxfam e Banca Mondiale. La nostra titolare, Michela Bettinelli, ha inoltre svolto il ruolo di portavoce della Fondatrice Selene Biffi, Young Global Leader  del World Economic Forum

Forgotten Diaries

Forgotten Diaries è un progetto di Selene Biffi, fondatrice di YAC, iniziato nel 2008. Una piattaforma di citizen journalism che ha poi sviluppato progetti sul campo in zone di conflitti dimenticati (tra cui Uganda, Nigeria, Kosovo, Timor Est). Il progetto ha ricevuto il supporto e il patrocinio di Oxfam OIYP, Kevin Sites- giornalista di guerra di CNN e NBC – Consiglio D’Europa e Ministero delle Politiche Giovanili. Di questo progetto abbiamo seguito la fase di sviluppo, preparato il corso di giornalismo per i giovani coinvolti (tenutosi in collaborazione con il Pulitzer Center), i rapporti istituzionali in Italia e seguito la community Facebook. Per il grande impatto sui territori coinvolti il progetto è stato premiato da oltre 100 articoli di stampa nazionale e internazionale e numerosi premi tra cui:

  • E-content Award Italy 2008
  • World Aware Educational Award del Consiglio D’Europa 2009
  • World summit Youth Award – Innovazione interculturale 2010  conferito dall’Onu

Young Innovations Europe

Nato nel 2009 con il patrocinio dell’anno della Creatività dell’Unione Europea, YIE (Young Innovations Europe) è un magazine creato con l’obiettivo di mette in luce il lavoro dei giovani innovatori europei nel campo della ricerca, delle tecnologie e del sociale. Oltre al Patrocinio dell’Unione Europea il magazine ha ricevuto finanziamenti da Starbucks e il patrocinio ufficiale del Ministero delle Politiche Giovanili. Nel 2011 è stato insignito del E-Content Award Italy, promosso dal Politecnico di Milano, al fine di selezionare e-content di alta qualità e promuovere la creatività e l’innovazione nel settore dei nuovi media in Italia.  A dieci anni dalla sua creazione, il magazine, si prepara ad una nuova edizione, totalmente online, prevista per la prima metà del 2020. In questo progetto abbiamo curato la comunicazione, l’ufficio stampa e le richieste di patrocinio.

Plain Ink

Plain Ink è una no profit  che attraverso metodi di educazione non convenzionale, come fumetti, favole e giochi lavora per favorire  l’integrazione e sconfiggere la povertà. In Italia, Plain Ink  realizza e mette a disposizione di varie realtà libri bi-lingue che hanno l’obiettivo di favorire l’incontro tra la cultura italiana e quella degli immigrati.  Si tratta di libri di favole, completamente originali, accompagnate da schede di gioco il cui compito è fornire ai bambini italiani ed immigrati un confronto tra le rispettive nazioni e le rispettive lingue. A Kabul, invece, da quasi 5 anni è attiva una scuola rivolta a giovani ragazze che dopo un percorso di studi hanno trovato spazio tra televisione, radio e istituti di istruzione primaria, per parlare di tematiche attuali importanti, dalla salute pubblica alla sicurezza alimentare, passando per l’ambiente e i diritti umani nell’Islam. L’associazione Plain Ink ha ricevuto sostegno da Renzo Rosso, attraverso la fondazione The Brave Foundation, e da Fondazione Rolex. Anche personaggi dello spettacolo come  Maria Grazia Cucinotta e Tiziano Ferro hanno deciso di legare la propria immagine ad alcune campagne di promozione delle attività. A Plain Ink abbiamo curato eventi di raccolta fondi, alcune partnership e il lancio sui social media.  La storia della Scuola di Kabul è raccontata nel libro: “La Maestra di Kabul” edito da Sperling & Kupfer. Sono più di dieci i premi internazionali e nazionali ricevuti dall’associazione per l’altro valore dei progetti, tra questi:

  • Premio Per la Pace di Regione Lombardia
  • Rolex Award for Enterprise
  • The Intercultural Innovation Award (United Nations Alliance of Civilizations & BMW Group)

Convegni e Formazione

Grazie alla credibilità costruita in questi dieci anni abbiamo potuto portare la nostra esperienza sui palcoscenici più importanti a livello nazionale e internazionale. Comunicazione Sociale, Costruzione delle Partnership, Comunicazione digitale per il No Profit, Pari Opportunità e Responsabilità sociale d’impresa sono solo alcuni degli argomenti di cui abbiamo potuto parlare in eventi come le giornate Europee per lo Sviluppo di Stoccolma, il Festival della Cittadinanza del Comune di Padova, IBBY Congress di Londra e eventi come L’Europa dei Giovani promosso dalla Commissione Europea o il convegno “Non Cadere nella Rete” promosso dalle scuole di Ferrara. Esperienze di altissimo livello che si sono affiancate a centinaia di ore di formazione per aziende e scuole.

Responsabilità Sociale

Umiltà, Flessibilità, Pragmatismo e orientamento al risultato ci hanno permesso di festeggiare i nostri primi dieci anni di presenza sul mercato. Una sfida non sempre facile che abbiamo vinto grazie ai valori che abbiamo sposato e che guidano le nostre attività quotidiane.

Trasparenza, Etica, fiducia e chiarezza nelle relazioni con clienti, media e stakeholder sono l’impostazione su cui abbiamo scelto di costruire il nostro mondo.  Crediamo inoltre che “fare impresa” non sia solo fare profitto ma anche contribuire allo sviluppo di una società più equa e solidale, attenta alle persone e ai loro bisogni.

Per questo abbiamo scelto di sostenere in modo continuativo progetti sociali rivolti al prossimo con particolare riferimento alla lotta al cancro e al sostegno di progetti rivolti a famiglie di persone colpite dall’autismo.